Trieste

image_pdfimage_print

Trieste

Trieste_foto

Popolazione
agglomerato: 214˙255
città: 204˙420

Area
85 km2

Densità di popolazione
2˙405 abitanti/km2

Approvazione PUM
No

Stato del PUMS
Nessuna azione avviata

La città di Trieste, dal punto di vista della mobilità, si sta muovendo su diversi fronti all’interno di un programma dettato dalle previsioni del Piano Generale del Traffico Urbano di recente approvazione. Le aree pedonali sono in crescita, così come i percorsi pedonali privilegiati dal centro alla periferia, con la finalità di creare una rete continua dedicata all’utenza debole. Si sta inoltre procedendo alla realizzazione di progetti di “zone 30” sia nel centro urbano, sia in alcuni piccoli borghi sull’altipiano. Sono in corso di progettazione alcuni itinerari ciclabili urbani atti ad agevolare lo spostamento ciclabile ai fini ricreativi e lavorativi. È in via di sviluppo una politica della sosta basata anche sulla razionalizzazione delle tariffe della sosta a pagamento, l’ampliamento dell’offerta della sosta per motocicli e l’incentivazione all’utilizzo dei parcheggi di cintura al centro storico in modo da favorire lo scambio tra la vettura privata e le altre modalità di trasporto.

Nel campo della e-mobility, con il supporto di Acegas Aps si è recentemente provveduto alla realizzazione di una decina di stazioni di ricarica; seguiranno a breve disposizioni per garantire la prima ora gratuita di sosta negli stalli a pagamento ai veicoli elettrici e ibridi. È altresì in programma, grazie ai finanziamenti del programma Pisus (Piani integrati di sviluppo urbano sostenibile), la realizzazione di un servizio di bike sharing.

Stato del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Non è stato redatto un PUMS per la città di Trieste. I contenuti del PGTU e le politiche in atto dimostrano tuttavia l’interesse per l’elaborazione di progetti integrati per la mobilità.

Ripartizione modale

Trieste

Fonte
Indagine origine/destinazione effettuata attraverso questionari e indagini a campione; analisi effettuate nell’ambito dell’aggiornamento del PGTU attualmente in vigore; ulteriori analisi puntuali effettuate in merito alla mobilità cittadina

Anno
2002-2012

Popolazione (2012)
201˙814

Persona da contattare

Arch. Ave Furlan

Telefono 0406758173
e-mail furlan@comune.trieste.it
Sito web della città http://www.retecivica.trieste.it/
Rappresentante politico Roberto Dipiazza, Sindaco

Parco auto circolante

Indice di motorizzazione 51,7 auto/100 ab.
Totale autovetture circolanti 105˙693
Euro 0 8,66 %
Euro 1 3,47 %
Euro 2 13,69 %
Euro 3 15,75 %
Euro 4 35,24 %
Euro 5 20,73 %
Euro 6 2,46 %
Benzina 70,55 %
Gasolio 27,86 %
GPL 1,17 %
Metano 0,08 %
Ibrido-Elettrico 0,34 %
Fattore di emissione medio NOx 0,375 g/km
Fattore di emissione medio PM10 0,032 g/km
Fattore di emissione medio CO2 247,4 g/km

Fonti dei dati
popolazione: ISTAT 2015
parco veicolare: elaborazioni Euromobility e CRAS S.r.L. su dati ACI 2015
fattori di emissione: elaborazioni Euromobility e CRAS S.r.L. su dati ISPRA 2014

Clicca per approfondimenti sul metodo utilizzato

Trieste 2015 1
Trieste 2015 2

Mobilità sistematica

Trieste3

Sono rappresentati gli spostamenti sistematici aventi origine all’interno del territorio comunale, suddivisi per motivo (di studio o di lavoro) e per destinazione (all’interno del Comune o all’esterno dello stesso).

Popolazione (2011) 202˙123 abitanti
Spostamenti sistematici totali 99˙848
Spostamenti per motivo di studio 28˙959
Spostamenti per motivo di lavoro 70˙889

Fonti dei dati
popolazione: ISTAT 2011
spostamenti: elaborazioni Euromobility e CRAS S.r.L. su dati ISTAT 2011

Clicca per approfondimenti sul metodo utilizzato

Aree Natura 2000

Nel territorio comunale ricadono 1 SIC e 1 ZPS.

legenda-natura-2000
trieste4

Codice SIC/ZPS Denominazione Regione biologica
1 IT3340006 SIC Carso Triestino e Goriziano Continentale
2 IT3341002 ZPS Aree Carsiche della Venezia Giulia Continentale

Fonti dei dati
SIC/ZPS: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Confini comunali: ISTAT 2011

Clicca per approfondimenti sul metodo utilizzato