ciclo_bus

La mobilità ciclopedonale in Emilia-Romagna diventa asse fondamentale del sistema trasportistico regionale

Stanziati circa 8 milioni di euro per azioni e interventi finalizzati non solo alla promozione, allo sviluppo e all’incentivazione della mobilità ciclopedonale, ma anche al mobility management e ai percorsi sicuri casa-scuola e casa-lavoro. “Quello di oggi per noi è un atto molto importante, dal punto di vista culturale oltre che programmatico” ha commentato l’assessore ai Trasporti Raffaele Donini durante la conferenza stampa che ha preceduto la firma del protocollo. “Nella nostra pianificazione regionale la mobilità ciclopedonale non viene intesa unicamente come fruizione turistica o modalità secondaria di spostamento, ma come uno degli assi fondamentali di valore trasportistico. Non partiamo da zero – ha aggiunto l’assessore – , c’era già un’intesa precedente con le principali associazioni di settore, che oggi estendiamo anche ad Anci e Upi. Partiamo dai buoni risultati raggiunti per alzare ulteriormente l’asticella, ponendoci obiettivi ambiziosi, come la prima legge regionale sulla mobilità ciclopedonale”.

Per saperne di più